Prenota Ora!
Mattinata e la sua incantevole Baia.

Una volta che si decide di visitare il Gargano non si può non fare tappa a Mattinata, un paesino bianchissimo  che sorge a mezza costa di una grande valle nel cuore del Parco Nazionale del Gargano, dove gli ulivi e l'azzuro del mare ne sono la nota dominante.

Il centro di Mattinata è caratterizzato da piccole case in pietra che hanno mantenuto quasi intatte le caratteristiche strutturali di un tempo, dagli archi delle porte sino ai comignoli.

Piccole stradine si arrampicano tra piccoli nuclei di abitazioni, adagiati su due colline: "Castelluccio" e "Coppa della Madonna".

Il paese con economia prevalentemente agricola fino a pochi decenni fa, ora si sta specializzando nel turismo e, sulle strade del borgo si aprono tanti locali pubblici e negozi in prevalenza di artigianato e gastronomia locale.

Mattinata per i turisti vuol dire vita di mare.

Sulla costa nord, che va da Mattinata a Vieste è formata da alte pareti bianche, scavate da suggestive grotte e da profonde baie divise da promontori coronate da torri di avvistamento.

La Baia degli Ulivi, la Baia degli Aranci, la Baia di Mattinatella, la Baia delle Zagare e quella di Vignanotica sono le spiagge molto ben attrezzate che ospitano moderni villaggi turistici ed allegri campeggi.

Il paesaggio è tipicamente mediterraneo, con enormi distese di uliveti, intervallati qua e la da mandorli, fichi d'india e albicocchi.

Il territorio è ricco di testimonianze che, dai primi insediamenti paleolitici , come la Coppa del Principe e Grotte Scurzilli, la Necropoli di Monte Saraceno nelle cui roccia sono incavate 500 tombe coperte da lastre di pietra, le note “stele”, sormontate da teste, scudi e falli, secondo l’entità e l’importanza del defunto.

Richiedi informazioni

Accetto il trattamento dei dati personali ai sensi della Normativa Privacy

Iscrivimi alla newsletter