Prenota Ora!
La Puglia...

Una terra di racconti

In Puglia lo spettacolo è ovunque

La Puglia è uno scrigno d'arte, storia e natura. È la terra del sole e dell'ospitalità, situata nel lembo sudorientale d'Italia, in una posizione strategica nel cuore del Mediterraneo.

Secoli di storia e paesaggi d'incanto rendono questo luogo unico per un viaggio in cui vivere esperienze indimenticabili.

Geograficamente la Puglia è bagnata dall'Adriatico e dallo Ionio ed è la regione con la più lunga estensione costiera: circa 800 km disegnano un litorale variegato, con scogliere a picco su fondali variopinti e spiagge dorate che digradano in acque cristalline. Nell'entroterra vaste pianure e dolci rilievi sono il regno incontaminato della natura, dove ulivi e vigneti si alternano a boschi rigogliosi e sorprendenti canyon mediterranei, le gravine.

Nel cuore della Puglia la Valle d'Itria, la valle dei trulli, dove l'alternarsi di avvallamenti e poggi, la fitta presenza di trulli e masserie, i campi delimitati dai muretti a secco, creano uno dei paesaggi più belli di tutta Italia.
Negli antichi borghi di case imbiancate a calce, fra i palazzi barocchi arricchiti con fregi nobiliari, i cortili nascosti e il dedalo di viuzze lastricate si respira ancora l'atmosfera di un tempo. Un luogo davvero unico dove paesi come Alberobello , Martina Franca , Locorotondo , Cisternino , Ostuni regalano immagini ed emozioni da sogno.
A cavallo delle tre province di Bari, Brindisi e Taranto, la Valle d'Itria è il posto ideale per chi è piuttosto esigente in fatto di mare, poiché consente di poter accedere facilmente sia alle lunghe spiagge di sabbia e roccia dell'Adriatico, che a quelle cristalline dello Ionio.

E poi c'è il Gargano, noto anche come "sperone d'Italia" o "montagna del sole", che è un promontorio montuoso il cui territorio è per lo più compreso nel vasto Parco Nazionale del Gargano. L'imponente massiccio che si protende per circa settanta chilometri nell'Adriatico ha caratteristiche ambientali tali da renderlo quasi un'isola tra il mare e la piatta distesa del Tavoliere.
Nella parte costiera del promontorio sorgono città come Rodi Garganico, Peschici, Vieste, Pugnochiuso o Mattinata, caratterizzate da spiagge dorate o da candide scogliere a picco sul mare.
In questo bellissimo contesto geografico si ritrovano le testimonianze di una antico e glorioso passato dell'arte attraverso grandiosi esempi di arte romanica, superbamente rappresentata dalle cattedrali di Troia e Lucera.
Sempre nel Gargano, in provincia di Foggia, San Giovanni Rotondo è oggi uno dei principali centri di turismo religioso in Italia. Il primato è dovuto a Padre Pio (proclamato Santo il 16 giugno 2002 grazie all'enorme numero miracolose di guarigioni a lui attribuite) il frate delle stimmate, primo francescano a ricevere questo particolarissimo segno di Dio dopo lo stesso San Francesco.
Ma la religiosità nel Gargano ha radici antichissime, e senz'altro precristiane. Una remota tradizione vuole che in una grotta nei dintorni di Monte Sant'Angelo apparve l'Arcangelo Michele. L'apparizione dell'angelo soldato che guidò le schiere di Dio nella lotta contro i ribelli di Lucifero fu probabilmente metafora ed eredità della grande guerra goto-bizantina. Il santuario di Monte Sant'Angelo ebbe grande importanza nel Medioevo ed era tappa obbligata dei pellegrini che andavano in Terra Santa.
A nord del Gargano si apre l'arcipelago delle meravigliose Isole Tremiti, oggi riserva naturale marina.

Ultima, ma non per importanza, è la zona del Salento, conosciuta per le sue coste ampie e sabbiose bagnate da acque di grande trasparenza e varietà di colori e molte grotte che si aprono sulla costa orientale. La zona è altresì importante per il divertimento offerto da zone come Torre dell'Orso, Otranto Santa Maria di Leuca, Gallipoli.

Viaggiare in Puglia significa avere la possibilità di ritrovare segni e monumenti di ogni epoca; un viaggio ideale per chi ami l'arte, la storia e le testimonianze delle civiltà del passato che in Puglia si sono incrociate numerose.
Quelle culture di Oriente e Occidente che hanno plasmato nel corso dei secoli l'identità ed il volto della civiltà pugliese, crocevia tra due mondi. Radici antiche che costituiscono la forza di una progettualità modernissima, saldamente ancorata al Mediterraneo e già protesa verso l'Europa.

Eventi e Fiere

Anche attraverso una fitta rete di eventi e manifestazioni, la Puglia ribadisce con forza la sua identità di cuore del Mediterraneo.
Che si tratti di sagre, folklore, religiosità popolare, ma anche festival di musical o grandi fiere, in Puglia si incontrano tradizione e modernità, Oriente ed Occidente, cadenze antiche e ritmi frenetici, cortei storici e premi letterari.
Tra le fiere di importanza internazionale si ricorda il tradizionale appuntamento di settembre a Bari con la Fiera del Levante, la rassegna più importante tra quelle che si tengono nel quartiere fieristico nel corso dell'anno.
Tra le tantissime manifestazioni culturali e religiose che si svolgono nel corso dell'anno si segnalano:

  • il Festival della Valle D'Itria a Martina Franca (Luglio)
  • il Locus Festival a Locorotondo (Luglio)
  • lo spettacolo del Corteo Storico di San Nicola a Bari (Maggio)
  • il celebre Carnevale di Putignano con le sfilate di grandiosi carri allegorici

Una civiltà in tavola

La Puglia è la regione dai mille volti anche in cucina, quella tipicamente mediterranea e vanta di una delle tradizioni culinarie tra le più rinomate al mondo, frutto di una tradizione genuina e antichissima che si tramanda di generazione in generazione...

Potrete degustate l’autenticità di questi prodotti nelle trattorie o negli agriturismi della nostra zona.

In primavera e d'estate si alternano diverse sagre in Puglia, di ogni genere, durante le quali si vendono e si gustano prodotti tipici di grande valore. Il folklore e la creatività contribuiscono a rendere questi eventi un forte punto di attrazione a livello sia turistico che locale.

Il piatto tipico per eccellenza sono le orecchiette, regine della tavola pugliese… hanno una forma tonda, leggermente incavata come se fossero appunto delle piccole orecchie che permette di raccogliere il sugo in maniera eccellente.
Sono tipiche di tutta la regione e possono essere gustate con le cime di rape oppure al sugo nelle due varianti: barese con le braciole di cavallo o di vitello (involtini ripieni di formaggio, aglio e prezzemolo) e salentina con le polpettine.
Nel centro storico di Bari è tipico trovare donne che le preparano davanti ai vostri occhi secondo la tradizione.

Altri piatti tipici di pasta pugliese sono le pestaluzze, le chiancarelle, i troccoli, le fenescècchie. A Bari è stato inventato il più famoso dei ragù pugliesi di pesce, il ciambotto, che in dialetto significa miscuglio, ottenuto con diverse specialità pescate nel mare Adriatico.

Passeggiando per i vicoli dei paesini impossibile resistere all’odore della focaccia calda. Cotta rigorosamente nel forno a legna, può essere sottile e croccante oppure alta e più soffice…non perdete occasione di degustarla appena sfornata nei tanti forni e panifici sparsi nella nostra regione!!

Immancabili sulle tavole pugliesi i taralli, semplici o aromatizzati, sono lo snack e l’aperitivo per eccellenza, accompagnati con ottimo vino o con salumi.

Se vuoi percepire in un sol boccone il vero spirito della Puglia non puoi non assaggiare il panzerotto, il simbolo della tradizione culinaria pugliese.
Ideale per uno spuntino da consumare velocemente per strada o comodamente seduti a tavolino, nelle famiglie pugliesi rappresenta anche un vero rito la loro preparazione che crea una vera e propria catena di montaggio partendo da chi stende la massa a chi riempie e frigge!!
Per alcuni è rigorosamente fritto, altri invece preferiscono la versione cotta al forno.
Il ripieno classico è mozzarella, pomodoro e origano ma ottimi sono tutte le sue varianti, con le rape o con la carne macinata.

Il Capocollo di Martina Franca è la quintessenza dell’abilità dei macellai martinesi e racchiude in sè tutto l’aroma inconfondibile dei boschi di quercia e dell’aria frizzantina della Valle D’Itria.
È un salume ricavato dalla fascia muscolare del suino collocata- come suggerisce il nome stesso- tra il capo e la zona vertebrale.
Anticamente, i suini allevati in Salento, nella zona di Taranto e più in generale in Puglia, venivano portati per essere macellati e lavorati a Martina Franca. La manodopera martinese, abbinata al clima eccezionalmente fresco, ventilato e secco, rappresentavano in connubio perfetto per la lavorazione degli insaccati. Durante tutto il Regno di Napoli e successivamente fino ad arrivare ad oggi, le carni e gli insaccati di Martina Franca sono state apprezzate e ricercate in tutto il mondo.
Gli ingredienti che rendono questo prodotto così prelibati sono oltre al tipo di carne, le erbe e spezie locali e il vincotto in cui viene lasciato macerare.

Le bombette pugliesi sono degli involtini di carne fresca di maiale ripieni di formaggio, sale e pepe, tipici del territorio della Valle d’Itria, in particolare di Martina Franca Questi involtini sono di forma arrotondata e di piccole dimensioni (circa 3-5 cm); la denominazione è legata all’esplosione di sapore che si prova mangiandoli e soprattutto assaporandone il ripieno reso gustoso dal formaggio: solitamente si utilizza il Caciocavallo Podolico del Gargano, re dei formaggi pugliesi, una vera prelibatezza.

I fegatini (o gnumeredde) sono invece dei tipici involtini ricavati dalle interiora (fegato, cuore e polmoni).
Nei fornelli pronti, annessi alle macellerie di tutta la valle d'itria potrete degustarli seduti comodamente ad un tavolo e accompagnati da ottimo vino

L'olio pugliese è il vero Oro di Puglia. L'olivo infatti è la vera cattedrale delle campagne pugliesi... le distese di alberi, perfettamente curati e perfettamente ordinati, sfilano davanti ai nostri occhi una dopo l’altra, creando un piacevole contrasto visivo tra il cielo blu e le loro tondeggianti chiome verde scuro. L’aria, e con essa la terra, in queste zone hanno un profumo inconfondibile…è il profumo della Puglia.